A.A.A. Giocatori e giocatrici cercasi!!!



Se portate sempre un frisbee in spiaggia, ma siete stufi di tirarlo in testa ai bagnanti, se amate stare all'aria aperta, se vi piace lanciare ma non sapete che cos'è un "hammer" o un "3 dita", se pensate che sport e divertimento possano andare a braccetto, cosa aspettate a contattarci??

NOTA BENE: questo Blog è ormai un archivio, per info aggiornate siete pregati di visualizzare la nostra pagina su Facebook!

martedì 22 maggio 2007

Allenamento di sabato con special guest(s)

Questo sabato (26 maggio) avremo l'onore di ospitare un alto esponenente del Comitato Olimpico di Vancouver 2010: i Canadesi hanno veramente apprezzato il Toroc per la fantasia dimostrata nel bruciare milioni di euro e sono rimasti così esterefatti dalle strutture create (siamo tutti felici che Gabo possa finalmente giocare a curling anche a maggio, ma invece di farci spendere migliaia di euro di impianto di raffreddamento, non potrebbe andare di scopettone ai Murazzi di sabato mattina od usare il ferro da stiro sulle magliette dei beefree?) da inviare Miss Karen e Miss Nadia per un sopralluogo nella terra dei tanto apprezzati Neve e Gliz (per non parlare del Dahu delle Universiadi...). Indi si prepari il comitato d'accoglienza: Gabo risulta già essere sulla coffa per avvistare le due Yawp, Lorenzo sta preparando un graffito di benvenuto, Valpi sta cercando di ricordarsi qualcosa sulla storia di Torino (sforzo inutile, vista la scarsa memoria), Baldo ha promesso biglietti omaggio per tutti i musei della città e Davidone ci offrirà un giro di vino in ogni enoteca del quadrilatero; per i più alla moda Riccardino ha già prenotato tavolo e champagne a La Gare, mentre per gli alternativi pare che Albi abbia riservato un metro quadro di pista (e non un metro lineare di piste) da Giancarlo....

giovedì 17 maggio 2007

Missuldisc 07 in versione Beefree, ovvero "PROBLEMI, TANTI! INFORTUNI ALCUNI!" [parte seconda]


Ammettiamolo, se non ci fosse stato Eolo avremmo subito molte più mete: il tasso di concentrazione in campo era più alto col vento che con la bonaccia, si fa più attenzione sull’affilata cresta di una montagna che sul bordo di un marciapiede!
Contro gli Extradry scopriamo cosa voglia dire “quanto più si arriva in alto, tanto più forte il tonfo nella caduta”:
davidone, dall’alto della sua mole quasi non salta nel prendere il disco, mentre l’avversario si produce in un triplo carpiato sulla sua schiena, con rovinoso atterraggio sul manto erboso…il tutto a beneficio dei volontari della Croce Rossa che si stavano annoiando un po’, cosa è disposto a fare un giocatore per il proprio pubblico!
Il torneo continua, cambia solo il campo da gioco, dal prato alla festa, arrivano i pirati! C’è chi li snobba, troppo pigro o provato dalla giornata per travestirsi, e c’è chi sale sulla coffa ed al grido di “CAPITANO, NAVE INGLESE A BABORDO!” stupisce tutti quanti, e così il buon vecchio Gabo non smentisce la nomea di frisbista festaiolo e riempie di orgoglio i beefree vincendo il premio come miglior costume del torneo. Sappiamo già che Valpi racconterà commosso ai nipotini di quel lontano 2007, in cui i beefree, rompendo a martellate l’assedio degli squali-salmone che infestavano le acque del lago, approdarono a Gera Lario e, lottando strenuamente contro avversari ben più scafati, riuscirono ad appropriarsi dell’inestimabile premio!
Ma lasciamo i racconti di fantapirateria e torniamo alla realtà, quella del siparietto offertoci dai primi avversari della giornata: appena svegli (noi), ergo in uno stato psicofisico pietoso, ci rendiamo conto che loro, con una nonchalance sconcertante, stanno facendo colazione a sigarette svizzere (ahinoi illegali sul suolo italico) e red bull….voglia di gettare la spugna, stupore e sconforto, capisco cosa abbiano provato gli assiderati soldati russi nel vedere i finlandesi infilarsi nelle saune dall’altro lato del fronte!
E così, seppur in continuo miglioramento, ecco l’ennesima onorevole sconfitta che ci porta a disputare la finalina per l’ultimo posto della classifica; Partita serrata, sempre piacevole e con un ottimo spirito, anche questa dal verdetto sfavorevole, ma se perdere significa farsi fare un ottimo massaggio consolatorio dagli avversari…che capiti sempre!
La finale per il primo posto ci riserva una lezione di ultimate da non dimenticare: gli Einhorn riescono a tenere testa alla nazionale italiana Coed, schierando in campo dei ragazzini alti la metà degli avversari; tattica, cervello e ottima disposizione in campo, non serve altro per divertirsi ed ottenere risultati!
Il torneo è finito, si ritorna ai propri velieri, con ancora impressi nella retina i volti sorridenti degli equipaggi, la panza piena dell’ottimo rancio ed il fegato provato dai vari brindisi, l’abbraccio dei naufraghi che ci hanno aiutato (Karen, Silvia, Maria, Farra e Luca) e tanta voglia di tornare a questo fantastico porto franco…eccezionali i Frasba dal Lac!

Un brigantino (manco nuovo, è già stato usato e scricchiola parecchio) si aggira per lo stivale, famelico di tesori, arrembaggi ed imprese straordinarie, la ciurma è sempre un po’ stordita, le secche in agguato, a volte si veleggia col minimo degli uomini, si è costretti a rapire le donne da galeoni ben più armati, ma tant’è, la ciurma se la ghigna dei marosi, delle tempeste e delle bordate avversarie.

Mollate gli ormeggi, levate l’ancora…..si veleggia verso i campionati nazionali!

mercoledì 16 maggio 2007

Missuldisc 07 in versione Beefree, ovvero "PROBLEMI, TANTI! INFORTUNI ALCUNI!"

Dopo mesi di peregrinazioni tra i prati torinesi, buche coperte di terra rubata alle aiuole, condivisione del campo da gioco coi pusher del Valentino, preoccupazione per la mancanza cronica di giocatori, finalmente siamo arrivati al primo torneo su erba della stagione, che coincide, per metà dei beefree, col battesimo all'aria aperta.

E allora, un respiro e via: il viaggio è lungo, ma tanto c'è da leggere il regolamento ufficiale, memorizzare chiamate e procedure, per evitare almeno penose figuracce.

C’è chi è teso, chi ritrova vecchi amici, chi si perde a misurare il peso del salame e chi è in cerca di ragazze…da schierare in campo.

Come al solito ci soccorrono Karen e Silvia, le instancabili Yawp…senza di loro saremmo costretti a dedicarci ai soli tornei open, e sarebbe un gran peccato!

L’orario delle partite non ci da scampo, sia sabato che domenica ci tocca il primo match e di conseguenza subito una lezione di stile: mentre noi ancora brontoliamo in tenda per la sveglia antelucana, gli avversari sono già in campo, tutti uniti appassionatamente a riscaldare i muscoli, tutti a ripetere gli stessi movimenti, un solo blocco, una sincronia in dissonanza con l’anarchia che vige tra i beefree. Lungo è il cammino!

Lungo è il cammino, brevi le prime partite: punteggi secchi, inappellabili, ma che spasso…..”Guarda, Cerca,
Corri lontano,Vola…” dicono i P.F.M., e noi guardiamo con avidità ogni movimento delle altre squadre, cerchiamo la chiave degli schemi, e sogniamo di correre lontano verso la meta, pronti a volare per agguantare uno sparone.

E intanto sale il vento, brevi raffiche, sempre più intense e costanti: e la mente torna agli ultimi allenamenti, quando il föhn spadroneggiava sul campo ed ogni lancio era una fatica…

….e intanto qualcosa di nuovo ci coglie impreparati, la fantomatica zona….

…come presentarsi ad un esame universitario sapendo di aver trascurato un capitolo, pronti ad andarsene nella triste eventualità di venire interrogati proprio su quell’ argomento…noi siamo pronti ad issare bandiera bianca, ma ormai quella NO TAV è saldamente ancorata di fianco alla tenda, ed allora via, indietro non si torna! Chiusi dalla coppa degli avversari non riusciamo ad avanzare, si perdono dischi, si prendono mete, ma noi come api operaie piano piano prendiamo le misure e grazie ai validi consigli di Luca (prestito parmense dalle grandi capacità didattiche) cresciamo ed impariamo l’unica regola indispensabile: calma e sangue freddo, decine di swing, niente fretta, che tanto si stancano i marcatori (ammettiamolo, pure i nostri cani corrono come trottole, senza che arrivi loro un disco!).

….to be continued…..
Play ultimate!!!