A.A.A. Giocatori e giocatrici cercasi!!!



Se portate sempre un frisbee in spiaggia, ma siete stufi di tirarlo in testa ai bagnanti, se amate stare all'aria aperta, se vi piace lanciare ma non sapete che cos'è un "hammer" o un "3 dita", se pensate che sport e divertimento possano andare a braccetto, cosa aspettate a contattarci??

NOTA BENE: questo Blog è ormai un archivio, per info aggiornate siete pregati di visualizzare la nostra pagina su Facebook!

giovedì 17 maggio 2007

Missuldisc 07 in versione Beefree, ovvero "PROBLEMI, TANTI! INFORTUNI ALCUNI!" [parte seconda]


Ammettiamolo, se non ci fosse stato Eolo avremmo subito molte più mete: il tasso di concentrazione in campo era più alto col vento che con la bonaccia, si fa più attenzione sull’affilata cresta di una montagna che sul bordo di un marciapiede!
Contro gli Extradry scopriamo cosa voglia dire “quanto più si arriva in alto, tanto più forte il tonfo nella caduta”:
davidone, dall’alto della sua mole quasi non salta nel prendere il disco, mentre l’avversario si produce in un triplo carpiato sulla sua schiena, con rovinoso atterraggio sul manto erboso…il tutto a beneficio dei volontari della Croce Rossa che si stavano annoiando un po’, cosa è disposto a fare un giocatore per il proprio pubblico!
Il torneo continua, cambia solo il campo da gioco, dal prato alla festa, arrivano i pirati! C’è chi li snobba, troppo pigro o provato dalla giornata per travestirsi, e c’è chi sale sulla coffa ed al grido di “CAPITANO, NAVE INGLESE A BABORDO!” stupisce tutti quanti, e così il buon vecchio Gabo non smentisce la nomea di frisbista festaiolo e riempie di orgoglio i beefree vincendo il premio come miglior costume del torneo. Sappiamo già che Valpi racconterà commosso ai nipotini di quel lontano 2007, in cui i beefree, rompendo a martellate l’assedio degli squali-salmone che infestavano le acque del lago, approdarono a Gera Lario e, lottando strenuamente contro avversari ben più scafati, riuscirono ad appropriarsi dell’inestimabile premio!
Ma lasciamo i racconti di fantapirateria e torniamo alla realtà, quella del siparietto offertoci dai primi avversari della giornata: appena svegli (noi), ergo in uno stato psicofisico pietoso, ci rendiamo conto che loro, con una nonchalance sconcertante, stanno facendo colazione a sigarette svizzere (ahinoi illegali sul suolo italico) e red bull….voglia di gettare la spugna, stupore e sconforto, capisco cosa abbiano provato gli assiderati soldati russi nel vedere i finlandesi infilarsi nelle saune dall’altro lato del fronte!
E così, seppur in continuo miglioramento, ecco l’ennesima onorevole sconfitta che ci porta a disputare la finalina per l’ultimo posto della classifica; Partita serrata, sempre piacevole e con un ottimo spirito, anche questa dal verdetto sfavorevole, ma se perdere significa farsi fare un ottimo massaggio consolatorio dagli avversari…che capiti sempre!
La finale per il primo posto ci riserva una lezione di ultimate da non dimenticare: gli Einhorn riescono a tenere testa alla nazionale italiana Coed, schierando in campo dei ragazzini alti la metà degli avversari; tattica, cervello e ottima disposizione in campo, non serve altro per divertirsi ed ottenere risultati!
Il torneo è finito, si ritorna ai propri velieri, con ancora impressi nella retina i volti sorridenti degli equipaggi, la panza piena dell’ottimo rancio ed il fegato provato dai vari brindisi, l’abbraccio dei naufraghi che ci hanno aiutato (Karen, Silvia, Maria, Farra e Luca) e tanta voglia di tornare a questo fantastico porto franco…eccezionali i Frasba dal Lac!

Un brigantino (manco nuovo, è già stato usato e scricchiola parecchio) si aggira per lo stivale, famelico di tesori, arrembaggi ed imprese straordinarie, la ciurma è sempre un po’ stordita, le secche in agguato, a volte si veleggia col minimo degli uomini, si è costretti a rapire le donne da galeoni ben più armati, ma tant’è, la ciurma se la ghigna dei marosi, delle tempeste e delle bordate avversarie.

Mollate gli ormeggi, levate l’ancora…..si veleggia verso i campionati nazionali!

1 commento:

Soma ha detto...

Bella Beefree! bel resoconto.. continuate così che spaccate! un bacio all'orsacchiottone

Soma

Play ultimate!!!