A.A.A. Giocatori e giocatrici cercasi!!!



Se portate sempre un frisbee in spiaggia, ma siete stufi di tirarlo in testa ai bagnanti, se amate stare all'aria aperta, se vi piace lanciare ma non sapete che cos'è un "hammer" o un "3 dita", se pensate che sport e divertimento possano andare a braccetto, cosa aspettate a contattarci??

NOTA BENE: questo Blog è ormai un archivio, per info aggiornate siete pregati di visualizzare la nostra pagina su Facebook!

mercoledì 16 maggio 2007

Missuldisc 07 in versione Beefree, ovvero "PROBLEMI, TANTI! INFORTUNI ALCUNI!"

Dopo mesi di peregrinazioni tra i prati torinesi, buche coperte di terra rubata alle aiuole, condivisione del campo da gioco coi pusher del Valentino, preoccupazione per la mancanza cronica di giocatori, finalmente siamo arrivati al primo torneo su erba della stagione, che coincide, per metà dei beefree, col battesimo all'aria aperta.

E allora, un respiro e via: il viaggio è lungo, ma tanto c'è da leggere il regolamento ufficiale, memorizzare chiamate e procedure, per evitare almeno penose figuracce.

C’è chi è teso, chi ritrova vecchi amici, chi si perde a misurare il peso del salame e chi è in cerca di ragazze…da schierare in campo.

Come al solito ci soccorrono Karen e Silvia, le instancabili Yawp…senza di loro saremmo costretti a dedicarci ai soli tornei open, e sarebbe un gran peccato!

L’orario delle partite non ci da scampo, sia sabato che domenica ci tocca il primo match e di conseguenza subito una lezione di stile: mentre noi ancora brontoliamo in tenda per la sveglia antelucana, gli avversari sono già in campo, tutti uniti appassionatamente a riscaldare i muscoli, tutti a ripetere gli stessi movimenti, un solo blocco, una sincronia in dissonanza con l’anarchia che vige tra i beefree. Lungo è il cammino!

Lungo è il cammino, brevi le prime partite: punteggi secchi, inappellabili, ma che spasso…..”Guarda, Cerca,
Corri lontano,Vola…” dicono i P.F.M., e noi guardiamo con avidità ogni movimento delle altre squadre, cerchiamo la chiave degli schemi, e sogniamo di correre lontano verso la meta, pronti a volare per agguantare uno sparone.

E intanto sale il vento, brevi raffiche, sempre più intense e costanti: e la mente torna agli ultimi allenamenti, quando il föhn spadroneggiava sul campo ed ogni lancio era una fatica…

….e intanto qualcosa di nuovo ci coglie impreparati, la fantomatica zona….

…come presentarsi ad un esame universitario sapendo di aver trascurato un capitolo, pronti ad andarsene nella triste eventualità di venire interrogati proprio su quell’ argomento…noi siamo pronti ad issare bandiera bianca, ma ormai quella NO TAV è saldamente ancorata di fianco alla tenda, ed allora via, indietro non si torna! Chiusi dalla coppa degli avversari non riusciamo ad avanzare, si perdono dischi, si prendono mete, ma noi come api operaie piano piano prendiamo le misure e grazie ai validi consigli di Luca (prestito parmense dalle grandi capacità didattiche) cresciamo ed impariamo l’unica regola indispensabile: calma e sangue freddo, decine di swing, niente fretta, che tanto si stancano i marcatori (ammettiamolo, pure i nostri cani corrono come trottole, senza che arrivi loro un disco!).

….to be continued…..

3 commenti:

Anonimo ha detto...

ci siamo appasionati al frisbee da 2 giorni ma ci piacerebbe giocare in una squadra e soprattutto imparare a lanciare decentemente, verremo presto a trovarvi al palaisozaki e intanto ci alleneremo alla pellerina e in spiaggia...buon frisbee saluti dan e fa

Anonimo ha detto...

Ciao mi chiamo Jacopo e la settimana scorsa ho incontrato Dan e Fa e la passione per il frisbee che ci accomuna.

Spero presto di giocare insieme a voi, buon frisbee

Anonimo ha detto...

ciao ragazzi come va sono a caracas il mio bagalio non he arrivato da milano, grazie a dio tutto va bene cua, pero mi manca piazza d armi, el frisbee in volo e voi, miei compagni di squadra, cualcun giorno tornero a torino salutti a tutti in especiale a il "CAPI" davide q non le ho visto prima di partire CIAO DE VENEZUELA

CESAR RODRIGO

Play ultimate!!!